Cookie Consent by Privacy Policies Generator website

Craig Wright ha inventato i Bitcoin?

  • La guida che cerchi, dritta al punto.
  • É Craig Wright l'inventore dei Bitcoin?


    Dopo la grande crisi finanziaria del 2008, nel deep web venne pubblicato in modo anonimo, un documento che decretava la nascita dei Bitcoin e di un nuovo sistema di pagamento digitale.
    Non é ancora noto il volto del creatore che ha iniziato questa rivoluzione monetaria.

    Il documento che regolava l'utilizzo di questa valuta digitale, fu pubblicato nel lontano 2008 a nome di un utente che si firmò con il nome di Satoshi Nakamoto.
    Per maggior dettagli sulla storia dei Bitcoin, é disponibile il seguente articolo: Cosa sono i Bitcoin, come nascono e chi li ha creati.


    Perché molti riconducono a Craig Wright la creazione dei Bitcoin?
    Nel dicembre 2015, la rivista mensile statunitense Wired Magazine con sede a San Francisco in California, pubblicò un articolo nel quale affermò di poter dimostrare la vera identità di Satoshi Nakamoto, riconducibile all'indentità di Craig Wright.
    L'articolo riportò l'apparizione di Craig Wright via Skype all'evento di quell'anno, il "Bitcoin Investor's Conference" a Las Vegas, nel quale, lui stesso affermò di essere il creatore dei Bitcoin.

    Nel seguente video, dal minuto 14:58 in poi, si possono ascoltare le parole reali di Craig Wright, nel quale, si autoproclamò Sathosi Nakamoto.

    In questa prima apparizione, affermò di essere coinvolto da molto tempo con il progetto Bitcoin e di esserne il creatore, Satoshi Nakamoto in persona.
    La sua affermazione si basa su numerose prove:
    1) Post che pubblicò nell'agosto 2008 sul suo blog personale, prima dell'uscita del white paper di Bitcoin, nel quale dichiarò di voler rilasciare un "documento di criptovaluta", che si basa sulla "contabilità a partita tripla" del crittografo finanziario Ian Grigg che delinea diverse idee simili a Bitcoin, rilasciato nel 2005. Il documento in questione è visualizzabile al seguente link: contabilità a partita tripla.
    2) Ulteriore post che pubblicò nel novembre 2008, nel quale chiede ai propri lettori che vogliono contattarlo, di crittografe i messaggi utilizzando una chiave pubblica PGP (Pretty Good Privacy), apparentemente collegata a Satoshi Nakamoto.
    Una chiave PGP è una stringa univoca che consente di ricevere messaggi crittografati.
    La chiave di Wright è riconducibile all'indirizzo email: [email protected], indirizzo molto simile a quello di Satoshi Nakamoto, che utilizzò per inviare il whitepaper, che introduce i Bitcoin, [email protected]
    I due indirizzi differiscono di una singola lettera.
    3) Oltre a queste pubblicazioni sul blog personale, ci sono anche una serie di email tra lui ed il suo avvocato, risalenti al 2008, nel quale discuto di un "libro mastro distribuito P2P".
    Il libro mastro in questione potrebbe essere riconducibile alla lista delle transazioni Bitcoin, nota come blockchain.
    4) Email trapelata da Wright tra lui ed il suo amico-confidente, Dave Kleiman, nonché analista di informatica forense, poco prima del lancio di Bitcoin, nel gennaio 2009, nel quale dichiara di voler investire nell'acquisto di centinaia di processori per far partire la sua idea.
    Dave Kleiman è morto nel 2013, ed il fratello, Ira Kleiman, nel 2019 ha fatto causa a Wright, per rivendicare la collaborazione del fratello e ottenere la metà del fondo da 1,1 milioni di Bitcoin, che ad oggi, valgono 50 miliardi di dollari.
    La causa è terminata a novembre 2021, con la vittoria di Craig Wright.
    5) Indizio non trapelato da Wright ma presente sul sito web della società di consulenza aziendale McGrathNicol, che risale al 2013, nel quale c'è un rapporto di liquidazione di una società di Wright, nota come Hotwire, in cui Wright presenta la volontà di voler creare una banca basata su Bitcoin.
    Il rapporto di liquidazione è visualizzabile al seguente link: rapporto di liquidazione Hotwire 2013.
    La startup fu sostenuta nel giugno del 2013 da circa 23 milioni di dollari in Bitcoin di proprietà di Wright.
    La scorta di Bitcoin utilizzati per la startup è stranamente grande, per un personaggio sconosciuto nel mondo dei Bitcoin.

    Queste sono le prove più eclatanti che associano il volto di Craig Wright all'identità di Satoshi NaKamoto.
    Nonostante, quest'ultime sembrano confermare questa associazione, in realtà, non è cosi.
    Tutte queste prove, potrebberò essere il frutto di una costuzione da parte di Craig, per attribuirsi i meriti di Satoshi Nakamoto ed utilizzare il suo nome a suo vantaggio.
    Il suo coinvolgimento alla base del progetto è comunque certo, ed è un possessore di gran quantità di Bitcoin.
    La causa vinta nei confronti del fratello di Dave Kleiman, è comunque un punto a favore di Craig Wright, il quale, sembra essere realmente il creatore Satoshi Nakamoto, o una delle persona più vicine ad esso.

    Oltre a Craig Wright, l'identità di Satoshi Nakamoto è stata attribuita anche al volto di Dorian Nakamoto. Per maggior dettagli, è disponibile il seguente articolo: Dorian Nakamoto è l'inventore dei Bitcoin?

    Al di fuori di Bitcoin, chi é Craig Wright?
    Craig Wright è uno scienziato, informatico e uomo d'affari australiano, nato nell'ottobre del 1970 nella città di Brisbane.
    Wright si è diplomato nel 1987 al Padua College di Brisbane.
    Nel 2003 ha iniziato a lavorare come accademico aggiunto e ricercatore presso la Charles Sturt University (UCS), università nel quale ottenne due lauree.
    La prima laurea in "Tecnologia dell'informazione e della comunicazione" nel 2006 e la seconda in "Sicurezza dei sistemi informativi" nel 2009.
    Titoli che attestano le competenze informatiche di Wright e le potenzialità per poter creare i Bitcoin.
    Contemporaneamente a queste lauree, Wright tra il 2005 e 2008 frequenta la Northumbria University, nella quale si laurea in "Giurisprudenza nel commercio internazionale" con lode.
    Tra il 2006 ed il 2009 frequenta l'Università di Newcastle, nel quale si laurea in "Statistica".
    Dopo i vari percorsi universitari, Wright ha lavorota i primi anni in molte azienda, tra cui la OzE-mail, K-Mart, Borsa australiana.
    In seguito, divenne amministratore delegato della Hotwire, con la quale volle aprire la prima banca al mondo di Bitcoin.
    A causa di alcune normative dell'ufficio delle imposte australiano, il progetto è fallito nel 2014.
    Oggi Craig Wright è il CSO (Chief Security Officer), direttore della sicurezza, di nChain, azienda B2B che si occupa di servizi legati al mondo delle criptovalute.

    Dorian Nakamoto

    Per maggior informazioni su cosa sono i Bitcoin e quando sono stati creati, vi invito a leggere il seguente articolo: Cosa sono i Bitcoin, come nascono e chi li ha creati.
    É inoltre disponibile l'articolo inerente a Dorian Nakamoto, altro canditato ad essere l'inventore dei Bitcoin, al seguente link: É Dorian Nakamoto l'inventore dei Bitcoin?

    Se dopo aver letto questo articolo su chi é Craig Wright e se é lui l'inventore dei Bitcoin, sei soddisfatto, seguici sulla pagina Facebook ed Instagram per non perdere altre guide, consigli e recensioni.
    Se l'articolo ti è piaciuto lascia anche un like o un commento.


    ARTICOLI CONSIGLIATI:

    Seguici su:

    social difotech social difotech social difotech social difotech social difotech