Cookie Consent by Privacy Policies Generator website

Che cos'è il mining? Come iniziare a minare?

  • La guida che cerchi, dritta al punto.
  • Che cos'è il mining? Come fare per minare criptovalute?

    Con il termine mining si intende l'estrazione dalla "miniera" delle criptovalute: Bitcoin, Etherum, Rvn e molte altre.

    Sicuramente, molti di voi si stanno chiedendo se in Italia si può guadagnare attraverso questa "procedura" e in che modo.
    In questo articolo troverete tutte le risposte alle vostre domande.

    Prima di procedere con le domande però, è doveroso capire il perchè si mina e a cosa serve nel mondo crypto questa procedura.
    Con il termine minig si definisce l'azione del minatore, che viene paragonata a quella della miniera, poiché realmente attraverso il minig si estrapolano nuove porzioni di cryptovaluta che si sta minando.
    Nel mining non si usa martello e scalpello, ma si utilizza la potenza di calcolo dei computer, che generalmente, è fornita dalla CPU (processore) e dalla GPU (scheda video). Per alcune crypto, invece, viene utilizzato lo spazio di archiviazione.
    La potenza di calcolo viene utilizzata per risolvere algoritmi di crittografia, che vengono utilizzati durante le transazioni.
    In altre parole, i minatori consentono la validazione delle transazioni e la scrittura di quest'ultime sulla blockchain, dove la blockchain, rappresenta il libro mastro di tutte le operazioni.
    I minatori mettendo a disposizione il proprio hardware e validando blocchi da scrivere sulla blockchain, ricevono come ricompensa, una percentuale della crypto per la quale si sta minando.
    La ricompensa ottenuta viene garantita sia dalla creazione di nuove crypto da destinare al minatore, che dalle tasse di transazione che vengono pagate quando si trasferiscono crypto tra utenti.
    La ricompensa che il minatore riceve non è fissa, non dipende dalla quantità di crypto che gli utenti si scambiano, ma dal tempo che si impiega per risolvere un blocco (insieme di transazioni di utenti).
    Per affrondire quest'argomento, vi consiglio la lettura del seguente articolo: Cosa sono i Bitcoin, come nascono e chi li ha creati?

    Dopo questa breve ricapitolazione su cos'è il mining, rispondiamo alle domande più gettone su quest'argomento.

    Si può guadagnare attraverso il mining?
    La risposta è Si!
    Ad oggi, è ancora profittevole minare in Italia, nonostante gli elevati costi della corrente, rispetto ad altre nazioni.
    Ovviamente, bisogna già essere in possesso di hardware per poterlo fare, dato gli elevati costi e l'introvabilità di schede video sul mercato.
    I guadagni variano in base alla moneta che si decide di minare ed in base agli strumenti che utilizziamo.

    É legale minare in Italia?
    Assolutamente si, non c'è nessuna legge che vieta il mining, è una pratica legale.
    Come per il possedimento delle criptovalute, il guadagno va dichiarato se si superano i 15.000€ ai fini del monitoraggio, mentre, vanno pagate le imposte irpef per le criptovalute se si superano i 51.000€ e se vengono detenute per più di 7 giorni lavorativi.
    In tal caso, l'imposta fiscale sarebbe del 26% su ogni prelievo, anche se, ad oggi non ci sono normative chiare, che regolamentano il mondo delle criptovalute.

    Quali sono le criptovalute che conviene più minare?
    In questo particolare periodo storico, la criptovaluta più redditizia è l'Ethereum e per poterla minare è necessario l'utilizzo esclusivo di schede grafiche con più di 4GB di memoria.
    Oltre all'Etheruem, attraverso l'utilizzo di schede video si possono minare gli RVN, TRTL, ERG, SERO, ZANO e altre monete visualizzabili al seguente link: Lista Coin
    Si ha anche la possibilità di minare attraverso l'utilizzo del processore, con esso, la moneta più profittevole è Monero, ma ce ne sono molte altre, visibili al seguente link: Lista Coin

    Come posso minare Bitcoin?
    In precedenza, era possibile minare bitcoin, attraverso l'utilizzo del processore, con il passare del tempo, però, i processori sono diventati obsoleti.
    Attualmente, è possibile minare Bitcoin utilizzando esclusivamente Asic (application specific integrated circuit).
    Gli Asic sono dispositivi il quale costo si aggira intorno 10.000€ per quelli più professionali, ed hanno una potenza di calcolo nell'ordine del TeraHash, con ad esempio l'algorirmo sha256.
    Sul mercato, si ha anche la possibilità di trovarne alcuni a prezzi minori, con potenza di calcolo, ovviamente inferiore.

    Quanto si guadagna minando Ethereum?
    Fare una stima precisa del guadagno non è possibile, perché entrano in gioco molti fattori, come il costo della corrente, che varia in base al proprio contratto con il gestore.
    Ipotizzando un costo medio della corrente di 0,22€ EUR/kWh, e l'utilizzo di una singola scheda video che produce 30Mh/s, si guadagnano circa 2€ al giorno.
    Il guadagno, però, è vincolato al periodo, perché bisogna condiderare numerevoli fattori come il prezzo di mercato della criptovaluta e dalla difficoltà che sono fattori variabili.
    La difficoltà è in costante aumento perché questi guadagni hanno portato molte persone a minare Ethereum, questa variabile è direttamente proporzionale all'aumentare dei minatori. Più minatori ci sono e più aumenta la difficoltà, di conseguenza, i guadagni si abbassano.
    In questo periodo, i profitti, sono alle stelle ed è molto probabile che essi tenderanno ad abbassarsi nei prossimi mesi.
    Per tale motivo, è sconsigliato strapagare le schede video, poiché si potrebbero non recuperare i soldi investiti o si potrebbe aspettare molto affinché esso avvenga.

    Quali sono le schede video migliori per minare?
    Le migliori schede video per creare un mining rig sono le seguenti:
    -AMD RX6900XT, RX6800XT, RX6800, RX5700, RX5700XT, Nvidia RTX3070, RTX3060Ti, : 60Mh/s con 150W di consumo
    -Nvidia RTX3090: 120Mh/s con 300W di consumo
    -Nvidia RTX3080: 95Mh/s con 224W di consumo
    -AMD serie RX500 e RX400, Nvidia serie 1000, dalla 1060 in poi. con 30Mh/s con 100W di consumo
    Per verificare le informazioni inerenti alle singole schede video ed i profitti in tempo reale, potreste utilizzare i seguenti siti:
    1) Minerstat
    2) Whattomine

    Quanto bisogna pagare una scheda video in questo periodo?
    In questo momento di scarsità di materia prima e con guadagni alle stelle attraverso il mining, trovare GPU nuove a prezzi onesti (comunemente chiamate schede video) è praticamente impossibile.
    L'unica via è quella dell'usato attraverso i vari shop come ebay, subito.it ed il marketplace di facebook. Occhio però, perché la truffa potrebbe essere dietro l'angolo.
    In caso di acquisto di prodotti usati è sempre consigliato l'utilizzo di paypal, modalità beni e servizi per mandare soldi a sconosciuti.
    Per capire qual è il prezzo giusto di una scheda grafica, verifica il suo hashrate attraverso i siti sopracitati e moltiplicalo per 10, quello sarà il prezzo massimo che consiglio di pagare.
    Se ad esempio una scheda ha hashrate 30Mh/s il prezzo massimo che bisogna essere disposti a pagare dovrà essere intorno ai 300/350€, pagare oltre quel prezzo, significa sovrappagarla.
    Si potrebbe, anche tentare la fortuna, controllando constantemente su Amazon attraverso il seguente link: SCHEDE VIDEO.
    Diffidate però dai venditore senza feedback, o che chiedono pagamenti al di fuori di Amazon.

    Qual è il miglior conto per criptovalute?
    Al momento il miglior conto per detenere criptovalute risulta essere Binance.
    Con esso si ha anche la possibilità di fare trading e di utilizzare la sua Pool di mining che paga giornalmente, indipendentemente da quanti Etheruem o altre criptomonete si producano.
    Binance è anche fornito di una propria carta prepagata, che consente di pagare nei vari negozi attraverso le criptovalute, facendo il "cambio" in realtime.

    Quali sono i miners migliori?
    Il miner è il software che consente di iniziare a minare una determinata criptovaluta dopo aver selezionato una mining pool.
    Ci sono miners per schede video AMD, miners per schede video Nvidia e miners che consentono l'utilizzo simultaneo si schede AMD e Nvidia.
    Il miglior miner per schede AMD al momento risulta essere teamredminer.
    Mentre, il miglior miner per schede Nvidia è T-Rex.
    Per poter far lavorare contemporaneamente schede video Nvidia e AMD si può utilizzare il miner PhoenixMiner.
    Per utenti più esperti, è consigliato l'utilizzo del sistema operativo HiveOs, sistema molto versatile e duttile, sviluppato per minare, che consente di settare al meglio le proprie schede video ed utilizzare schede Nvidia e Amd contemporaneamente senza problemi.

    Quali sono le mining pool migliori?
    Le mining pool giocano un ruolo fondamentale nel mining, e vanno scelte accurantamente in base alle propri esigenze.
    Un vecchio detto diceva che l'unione fa la forza, e questo è il caso concreto delle mining pool; esse, possono essere viste come l'unione delle forze dei minatori.
    Più potenza complessiva si ottiene e più possibilità di guadagno si ha.
    Pertanto, è preferibile scegliere pool con molti minatori, come ad esempio Ethermine Pool con tasse all'1% sul minato o Binance Pool con tasse dello 0.5%.

    Esistono delle community sul mining italiane?
    Si, ci sono molte community sul mining prettamente italiane, costituite da persone molte gentili e che mettono la loro conoscenza a disposizione di tutti.
    Esse si trovano su telegram ai seguenti link:
    Ethereum Community
    Mining Italia Community
    HiveOs Community

    Se dove aver letto questa guida su cos'è il mining e come iniziare a minare, sei soddisfatto, seguici sulla pagina Facebook ed Instagram per non perdere altre guide, consigli e recensioni.
    Se l'articolo ti è piaciuto lascia anche un like o un commento.
    Per ulteriori domande su cos'è il minig, sentitevi liberi di inserile nei commenti al post sulla pagina facebook, risponderò a tutti in tempi brevissimi.


    ARTICOLI CONSIGLIATI:

    Seguici su:

    social difotech social difotech social difotech social difotech social difotech